Napoli quota 50, battuta anche la Salernitana.

232
Salernitana’s Matteo Lovato and Napoli's Victor Osimhen in action during the Italian Serie A soccer match US Salernitana vs SSC Napoli at the Arechi stadium in Salerno, Italy, 21 January 2023. ANSA/MASSIMO PICA
Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella gestione dei social network come Facebook, Instagram, Linkedin

Il Napoli passa a Salerno battendo la Salernitana 2-0 (1-0) in un match della 19/a giornata del campionato di Serie A.

Decidono i gol di Di Lorenzo (45′ + 3′) e Osimhen (48′).

Dopo l’eliminazione in Coppa Italia il Napoli riparte subito con le marce alte.

Gli azzurri campioni d’inverno espugnano 2-0 l’Arechi nel derby con la Salernitana e proseguono la corsa scudetto, chiudendo il girone d’andata a 50 punti.

Nicola dopo la disfatta di Bergamo e l’esonero poi revocato prova a dare più equilibrio ai granata, schierando per la prima volta in stagione la difesa a quattro. Il Napoli, privo di Kvaratskhelia, si affida a Lozano nel tridente con Oshimen ed Elmas. Ne vien fuori una partita equilibrata. Il pallino del gioco è sempre in mano alla capolista che, però, fa più fatica del solito a penetrare tra le maglie della difesa granata.

Il primo squillo arriva sugli sviluppi di un calcio d’angolo: Oshimen anticipa la difesa della Salernitana ma Ochoa in due tempi riesce a salvare. Dall’altra parte ci prova Piatek a scaldare le mani a Meret, costringendo il portiere azzurro a deviare in angolo. Pochi minuti dopo (33′) Oshimen riesce a battere Ochoa ma il gol dell’azzurro viene annullato per fuorigioco.

Proprio quando il primo tempo sembra destinato a chiudersi in parità, il Napoli trova la giocata vincente: Anguissa chiude il triangolo con Mario Rui e dalla sinistra mette un traversone rasoterra per Di Lorenzo che impatta bene la sfera e la mette sotto la traversa.

Il gol taglia le gambe alla Salernitana che nella ripresa incassa subito il colpo del ko: Elmas calcia a giro dal limite centrando il palo sinistro, Oshimen raccoglie il tap-in e fa 2-0. È il sigillo anticipato al match che, nonostante il diluvio, regala comunque qualche altra emozione. Pirola di testa va vicinissimo al gol; dall’altra parte ci prova sempre l’attaccante nigeriano con Ochoa che vola e salva in angolo. L’occasione migliore per la Salernitana capita a Piatek (38′) che centra il palo interno con una botta dal limite, deviata da Meret. È l’ultimo squillo di un derby che conferma la storia del campionato: il Napoli continua a correre, la Salernitana deve guardarsi alle spalle per evitare di essere risucchiata nella lotta salvezza. (ANSA).

“Siamo stati bravi a gestire la partita dal punto di vista mentale, dopo essere andati in vantaggio l’abbiamo controllata alla perfezione. Di Lorenzo fondamentale, bravissimo anche Meret che ha fatto un intervento super. Lo scudetto? Sappiamo di avere un’occasione irripetibile e non dobbiamo disperdere le nostre possibilità, rimanendo sempre umili”.

Luciano Spalletti guarda la classifica e vede il suo Napoli chiudere il girone d’andata a quota 50, con un bel margine sulle inseguitrici: il successo sulla Salernitana allunga il vantaggio e il tecnico del Napoli non si nasconde.

“Nella ripresa abbiamo fatto benissimo quello che dovevamo fare e abbiamo controllato tutto con equilibrio”.

Elogi per Di Lorenzo, che ha sbloccato il risultato: “E’ fondamentale per noi – sottolinea Spalletti – la fascia da capitano se la meritava”. Applausi anche per Alex Meret, protagonista di una parata nel finale: “Sul 2-0 ha fatto un intervento straordinario dopo essere stato più di un’ora fermo sotto la pioggia, perché è stato pochissimo impegnato”.

La corsa allo scudetto non è più solo un sogno: “Non disperdiamo le possibilità che abbiamo, provando a giocare sempre il nostro calcio rimanendo umili e facendo le cose in maniera professionale”. (ANSA).

Advertisements