L’Ordine dei Fisioterapisti premia chi ha fatto la storia della disciplina

“Siamo molto soddisfatti di questo evento. Abbiamo avuto la possibilità di ringraziare chi ha fatto la storia della fisioterapia in Campania. E’ stato un evento che ha rappresentato un excursus sulla storia e anche sulla scienza e cioè a quello a cui sta guardando la professione del futuro. Hanno partecipato anche il Presidente dell’OFI Lazio ed il Vice presidente dell’OFI di Milano che ringrazio”.

Paolo Esposito, Presidente dell’Ordine Interprovinciale dei Fisioterapisti di Napoli, Avellino, Benevento e Caserta esprime soddisfazione per la riuscita del webinar tenutosi a Napoli presso la Sala Convegni “Polo dello Shipping” dal titolo “La Fisioterapia tra storia, cultura e scienza”.

Oltre al saluto delle Dott.sse Annamaria Servadio e Alessandra Passaretti, rispettivamente Presidente dell’OFI Lazio e Vice Presidente dell’OFI Milano, tantissimi sono stati i relatori che sono intervenuti in ben due tavole rotonde moderate dal Dott. Claudio Iovino e dal Dott. Luca Cuomo. I relatori, a partire dall’intervento del Dott. Vincenzo Avallone Psicologo clinico e Presidente Emerito AIFI Campania, hanno raccontato la storia della fisioterapia e dei fisioterapisti che dopo anni di rivendicazioni sono finalmente riusciti ad ottenere un proprio Ordine professionale.

Molto bello è stato il momento in cui con una targa sono stati premiati i dirigenti dei fisioterapisti del passato e quelli della Commissione d’Albo, ovvero i dirigenti di ieri e di oggi, tutti da sempre al servizio dei colleghi, della professione e, soprattutto, dei pazienti. Toccante è stato il conferimento alla memoria di chi tanto si è speso per la crescita della fisioterapia e che purtroppo non c’è più come Rita Chiantera e Giuseppe Di Biase. Gli “Storici della Fisioterapia Campana” premiati sono stati Vincenzo Avallone, Concetta Rescigno, Giovanni Leccia, Andrea Acunzo, Giovanni Autiero, Brankica Pavic, Luigi Amore, Raffaele Artel, Gennaro Navarra, Claudio Barile, Salvatore Della Corte, Luca Sorrentino, Rosario Colaizzi, Salvatore Gentile, Antonio Iannelli, Giacomo Totaro, Lucio Di Domenico, Raffaele Gizzi, Paolo Buonpensiero e Teresa Caione. Per la “Commissione d’Albo”, invece, il conferimento è stato assegnato a Francesco Paolo Esposito, Claudio Iovino, Adelaide Laezza, Antonio Di Pasqua, Michele Orlanducci, Luca Cuomo, Giuseppe Barra, Biagio Guarino, Marina Ciriello ed Alessandra Cirelli quale Commissario straordinario.

 

Al termine dell’evento lo psicologo Vincenzo Avallone ha espresso tutta la sua felicitazione per aver partecipato a questo straordinario evento. “Siamo qui – ha affermato il Dott. Avallone – per questa giornata commemorativa importante di ricordo dell’Associazione AIFI i quali hanno lavorato per far sì che comunque si arrivasse alla costituzione degli Ordini professionali dei Fisioterapisti. E’ stata una gioia immensa poter partecipare a questo evento”. La Dott.ssa Alessandra Passaretti, Vice Presidente dell’OFI di Milano, ha affermato che quella di Napoli è solo la prima di tre importanti tappe che proseguiranno a Roma e a Milano. “Questo evento – ha dichiarato la Dott.ssa Passaretti – si inserisce in un contesto molto più ampio. Siamo partiti oggi con l’iniziativa dell’OFI Napoli, poi proseguiremo domani con il congresso regionale di OFI Lazio e oggi a Milano abbiamo iniziato la Milano ‘Fisio Week’. Questo perché questi tre ordini così importanti possono portare solo il bene per la nostra professione”. La Dott.ssa Annamaria Servadio, Presidente dell’OFI Lazio, ha sottolineato come l’iniziativa di Napoli sia stata ricca di spunti e di riflessioni. “Innanzitutto grazie per questo invito ad OFI Lazio da parte dell’Ordine Interprovinciale di Napoli, Avellino, Benevento e Caserta. E’ stata una giornata ricca di spunti e di riflessioni. Un excursus sulla nostra professione dal passato a dove siamo arrivati oggi, sicuramente con degli spunti importanti per il futuro. Grazie ancora e buon lavoro all’Ordine di Napoli che con l’OFI Lazio e l’OFI Milano sta instaurando delle buone collaborazioni per il supporto della nostra professione”.